o

o

o

navigazione
cerca nel sito

In questa sezione sono raccolte le notizie sul mondo del fumetto, dell'illustrazione e dell'animazione raccolte nella rete o inviatemi per posta elettronica. se volete inviare le vostre segnalazioni compilate il form: link a fondo pagina.
Fumettando non è in relazione con nessuna delle iniziative elencate. Per informazioni e novità dell'ultima ora consultate sempre i rispettivi indirizzi web, quando disponibili!

MOSTRE

  • 8 novembre 2008 - 7 dicembre 2008

    IL TRATTO DELLA MORTE 2008 - Mostra

    BERGAMO, Museo Bernareggi Via Pignolo, 76

    ORARIO: martedì – domenica 9.30 – 12.30 15.30 – 18.30

    INAUGURAZIONE: 7 novembre 2008, ore 18

    A cura di Pier Giorgio Nosari e Mario Taccolini

    COMUNICATO

    illustrazione di Maurizio Rosenzweig
    illustrazione di Maurizio Rosenzweig

    Quarta edizione di “Danze macabre”, un programma di mostre, rassegne e incontri, in cui arti visive e sceniche, popolari e colte, si raccolgono intorno al tema della morte.
    Nell'ambito della manifestazione la mostra IL TRATTO DELLA MORTE che verrà inaugurata domani 7 novembre 2008.
    A seguito il comunicato di presentazione della mostra e le altre esposizioni visitabili.

    Un viaggio nella storia del fumetto, alla ricerca degli archetipi e degli stereotipi della e sulla morte nell’immaginario pop.
    Il percorso include più di 80 riproduzioni di tavole, strisce e vignette, tratte da fumetti “storici” e contemporanei, seriali e d’autore, italiani e stranieri.
    Ad essi si aggiungono 8 omaggi a grandi personaggi dell’arte sequenziale, da parte di 7 affermati autori italiani under 40: perché il fumetto ha cambiato e plasmato la cultura popolare del ‘900; perché il fumetto è una buona antenna degli umori, dei gusti e della ansie del nostro tempo; perché certi personaggi hanno rappresentato il nostro modo di guardare la vita. Fino al suo limite.

    Ecco allora il fumetto regalarci i frammenti di un’ideale “enciclopedia” sul vissuto e il rimosso relativo alla morte, sul nostro modo di pensarla, vederla, affrontarla, esorcizzarla, prepararla, augurarla, procurarla, rappresentarla.
    Così - in uno stimolante confronto con gli “ex voto” e i “macabri” custoditi al Museo Bernareggi, due diverse forme di pittura popolare sul tema della morte - la mostra intreccia due percorsi principali.
    Il primo propone un’ampia selezione di immagini tratte da fumetti famosi di tutto il mondo, dalle origini ai giorni nostri, spaziando da un precursore come Max e Moritz ai postmoderni Dylan Dog e Sin City, passando per fumetti dei primordi come Krazy Kat, classici come Flash Gordon, Tarzan e Dick Tracy, supereroi dell'età aurea come Superman e Batman, supereroi con superproblemi come Uomo ragno, eroi tutti di un pezzo come Tex Willer, antieroi alla Diabolik, romantici alla Corto Maltese, cult come Vampirella.
    Ampio risalto è dato ai fumetti contemporanei, dagli anni '90 ai giorni nostri, contraddistinti dal moltiplicarsi di opere e tendenze, da superantieroi come Spawn a tenebrosi come John Doe, passando per romanzi grafici come Fuochi. E con autori come Alex Raymond, Hergé, Gianluigi Bonelli e Aurelio Galleppini, Stan Lee, Hector Oesterheld, Hugo Pratt, Bruno Bozzetto, Quino, Alan Moore, Frank Miller, Tiziano Sclavi, Lorenzo Mattotti, Garth Ennis e tanti altri ancora.

    Il secondo percorso propone una ricognizione dei migliori talenti del fumetto italiano attuale, e si declina nella scelta di sette autori italiani di fumetti, tutti under 40 e già affermati, cui è stato commissionato un “omaggio” e una reinterpretazione di altrettanti personaggi della storia del fumetto, che hanno segnato una pietra miliare tanto per lo sviluppo di quest’arte quanto per il modo in cui quest’arte ha affrontato il tema della morte:
    Maurizio Rosenzweig con Zio Tibia, Walter Venturi con Kriminal, Stefano Caselli con Morte di Gwen Stacy, UR, Vanna Vinci con Maus, Davide Toffolo con The Spirit, Giancarlo Olivares con Devil / Elektra e Lola Airaghi con Death

    Il fumetto è stata un’arte d’evasione, ma mai completamente. E – a dispetto di tutte le censure più o meno preventive – non ha mai avuto paura ad affrontare anche i temi più impegnativi. Con l'onestà di un'arte che dialoga con il suo pubblico senza mediazioni.
    Quindi, il fumetto resta un ottimo punto d’osservazione per chi intende interrogare la cultura popolare in cui viviamo immersi e ci consente di verificare la diffusa convinzione circa la rimozione che la nostra società opera rispetto all’idea stessa della morte.
    La mostra si propone così di dimostrare che ogni “rimosso” riaffiora sotto altra veste, più o meno mascherato e cammuffato, sotto forma di sogni, immagini e storie. Ebbene, da qualche anno dalle pagine dei fumetti ci vengono incontro immagini più esplicite, declinazioni narrative e stilistiche più forti, rappresentazioni più dirette della morte.
    È il segno che qualcosa sta cambiando, rispetto agli anni in cui nei fumetti, anche nei più crudi o realistici, morivano solo i “cattivi” e il sangue non veniva neppure disegnato. Forse sta cambiando il modo di rapportarsi alla vita, e dunque al suo limite. Accompagna la mostra un catalogo, a cura delle Edizioni Arcadia, che contiene, oltre alle immagini riprodotte in mostra e ai saggi dei curatori, anche una breve storia a fumetti inedita di Maurizio Rosenzweig.


    ESPOSIZIONI

    MT2425
    Giovanni Frangi
    A cura di Simone Facchinetti e Giuliano Zanchi
    Bergamo, ex Oratorio di San Lupo, via San Tomaso 7
    22 novembre 2008 • 15 marzo 2009
    orari martedì – domenica 9.30-12.30 15.30 – 18.30
    Inaugurazione 21 novembre 2008, ore 18
    presso il Museo Bernareggi
    A seguire aperitivo
    Info: 035.243539

    IL TRATTO DELLA MORTE
    Profili del macabro nella storia del fumetto
    A cura di Pier Giorgio Nosari e Mario Taccolini
    Bergamo, Museo Adriano Bernareggi
    Via Pignolo, 76
    8 novembre 2008 • 7 dicembre 2008
    orari martedì – domenica 9.30 – 12.30 15.30 – 18.30
    Inaugurazione 7 novembre 2008, ore 18
    presso il Museo Bernareggi
    A seguire aperitivo
    Info: 035.243539

    VANITAS VANITATUM Gianriccardo Piccoli
    Ipogeo Chiesa Parrocchiale di San Martino in Cenate Sotto
    3 novembre 2008 • 3 gennaio 2009
    orari venerdì - sabato - domenica ore 15-19
    Inaugurazione 3 novembre 2008, ore 20,30
    alla presenza dell’artista
    Giovanni Locatelli legge Qoelet
    Intervento musicale di Marino Remigi
    Percorso su Qoelet
    interviene don Giuliano Zanchi
    lunedì 24 novembre; 1-15-22 dicembre, ore 21
    dall’ingresso mostra in Oratorio Cenate Sotto

    FIGURE IN NERO
    Rassegna di teatro di figura
    A cura di Bruno Ghislandi e Remo Melloni


    INCONTRI

    Il fumetto e la Morte
    L’ultimo tabù dell’immaginario pop
    Ven. 14 novembre, ore 18,00
    Pier Giorgio Nosari, Roberto Recchioni, Mario Taccolini
    Museo Adriano Bernareggi, Bergamo

    MT2425
    Gio. 18 dicembre, ore 18,00
    Giovanni Frangi e Giuliano Zanchi
    Moderatore: Simone Facchinetti
    Museo Adriano Bernareggi, Bergamo

    PROGRAMMA IN PDF

    FONTE e INFO: MUSEO BERNAREGGI

INDEX eventi in corso o imminenti

EVENTI IN CORSO

eventi in scadenza nei prossimi mesi

DICEMBRE 2008

NOVEMBRE 2008

Segnalazioni precedenti

OTTOBRE 2008

SETTEMBRE 2008

AGOSTO 2008

LUGLIO 2008

GIUGNO 2008

MAGGIO 2008

APRILE 2008

MARZO 2008

FEBBRAIO 2008

GENNAIO 2008

2007

anno 2006

anno 2005

Eventi in Corso