o

o

o

navigazione
cerca nel sito

In questa sezione sono raccolte le notizie sul mondo del fumetto, dell'illustrazione e dell'animazione raccolte nella rete o inviatemi per posta elettronica. se volete inviare le vostre segnalazioni compilate il form: link a fondo pagina.
Fumettando non è in relazione con nessuna delle iniziative elencate. Per informazioni e novità dell'ultima ora consultate sempre i rispettivi indirizzi web, quando disponibili!

Varie

  • segnalato il 23 maggio 2008

    SUL VESUVIO CON AMELIA itinerario naturalistico e fumettistico per grandi e piccini

    VESUVIO - sentiero n. 4 della Riserva Tirone Alto Vesuvio

    ORARI: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 - alle ore 13.00.

    DURATA INIZIATIVA: Dal 25 maggio a novembre

    MESSAGGIO RICEVUTO

    Finalmente ! Amelia ... la mitica fattucchiera maliarda, dai folti e lunghi capelli neri, che vive sul Vesuvio ... personaggio dei fumetti Disney inventato da Carl Barks nel 1961 dal 25 maggio c.a. e ... sino a fine novembre uscirà ... dai riquadri dei fumetti per accompagnare i giovani visitatori del Parco Nazionale del Vesuvio.

    L'iniziativa, promossa dall'Ente Parco Nazionale del Vesuvio, di concerto con la "The Walt Disney Company Italia S.p.A.", si svolgerà sul sentiero n. 4 della Riserva Tirone Alto Vesuvio trasformato, per l'occasione, in un itinerario dedicato alla fantasia e ai giochi, pensato per i più piccoli ma ... in grado di appassionare anche i più grandi!

    L'itinerario naturalistico è stato arricchito con 14 cartelloni illustrativi (con personaggi Disney come ciceroni) + 06 cartelloni gioco con spunti per organizzare attività ludiche per i giovani ospiti. Il sentiero della fantasia termina in corrispondenza di un'antica casermetta della forestale, restaurata per l'occasione, e trasformata nella casa di Amelia.

    All'interno della Casa di Amelia, streghetta che Barks volle attraente all'opposto del classico stereotipo della vecchia megera, ispirandosi viepiù alle fattezze di ... Sophia Loren, hanno trovato posto alcune sagome tridimensionali rappresentanti la scopa della fattucchiera, il corvo Gennarino, la numero uno di Paperone, ecc. Sempre all'interno della casetta sono stati collocati il poster e la brochure dell'iniziativa che saranno consegnati ai visitatori che ... arriveranno alla casetta posta al termine del percorso di andata.

    Le visite sono possibili solo su prenotazione chiamando il CALL CENTER dell'A.T.I. VESUVIO 2000, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 - alle ore 13.00.

    Per gruppi di scolaresche (minimo 25 pax) il prezzo è di euro 5,00 a persona (IVA esente); per gruppi di qualsivoglia altra tipologia (minimo 25 pax) il costo è di 8.00 a persona (IVA esente), fatto salvo, anche in questo caso, il prezzo ridotto per i visitatori al di sotto dei 18 anni e sopra i 65 ( 5,00 a persona IVA esente).

    La domenica famiglie e individuali potranno percorrere l'itinerario guidato a titolo gratuito, (restano esclusi i gruppi) prenotandosi presso il CALL CENTER dell' A.T.I. VESUVIO 2000.

    Stante la lunghezza del percorso, e la natura sterrata dello stesso, si sconsiglia la visita con passeggini e/o carrozzelle, ovvero a visitatori che abbiano difficoltà di deambulazione


    INFO SULL'ITINERARIO (dal sito la porta del Vesuvio - link a fondo notizia)

    Attraverso la Riserva Tirone
    Splendido percorso ad anello che consente di attraversare lo straordinario Piano delle Ginestre, quasi sospeso a mezz'aria tra il violaceo Gran Cono vesuviano e l'azzurro intenso del mare che bagna il leggendario Golfo di Napoli.
    L'itinerario si svolge quasi interamente all'interno della Riserva Forestale di Protezione "Tirone Alto Vesuvio" costituita nel 1972, prima dell'istituzione del Parco Nazionale, al fine di tutelare e, se possibile ampliare, l'ampio patrimonio boschivo e naturalistico ivi presente.
    La fisionomia del paesaggio vegetale che s'incontra nel corso della passeggiata, è quella tipica del versante vesuviano del Parco.
    Predominano formazioni miste di leccio, pino domestico, pino marittimo, robinia, il sottobosco vede il prevalere della ginestra, nelle radure sono individuabili soprattutto valeriana rossa, elicriso e verbasco.
    Non mancano, in forma rada, esemplari d'ontano napoletano e roverella ed una discreta superficie occupata da fustaia di leccio. Quest'ultima è l'unica formazione vegetale autoctona, mentre gran parte della residua copertura vegetale è frutto dell'incessante opera di rimboschimento effettuata, dai primordi del XX secolo, a cura degli operatori del Corpo Forestale dello Stato.
    Tale attività, il cui senso può sfuggire all'attuale visitatore ingannato dall'ampia copertura boschiva visibile, va ricollegata allo stato in cui versavano le pendici vesuviane almeno sino al secondo dopoguerra.
    Esse, soprattutto alle quote superiori, erano prive di qualsivoglia forma di copertura vegetale, e le acque di scolo, frutto delle precipitazioni meteoriche, smuovevano periodicamente enormi quantità di materiali incoerenti provocando allagamenti ed interramenti degli abitati vallivi.
    Una prima tornata d'interventi sistematori, realizzata alla fine del XIX secolo, consisté soprattutto in opere idrauliche di regimentazione dei canali di scolo. Tali opere sortirono però ben pochi effetti pratici.
    La svolta avvenne dopo l'eruzione del 1906, a seguito della quale si comprese la necessità d'interventi, di sistemazione idraulico-forestale, consistenti soprattutto in opere di rimboschimento vero e proprio.
    Tali interventi sono poi proseguiti quasi ininterrottamente sino ai giorni nostri. Sotto l'aspetto geologico il pianoro attraversato costituisce i margini meridionali ed occidentali dell'ampia caldera di sprofondamento, i cui estremi orientali e settentrionali sono invece delimitati dal Monte Somma (si veda l'itinerario n. 1).
    Tra i punti notevoli dell'escursione si segnalano i numerosi scorci panoramici presenti soprattutto nel tratto finale. Interessante anche l'attraversamento di un braccio secondario del fiume di lava, originato dall'eruzione del 18 marzo 1944, che causò gravissimi danni ai comuni di San Sebastiano e Massa di Somma.


    Per ulteriori informazioni e/o prenotazioni
    dal lunedì al venerdì ore 9.00 - 13.30
    A.T.I. Vesuvio 2000
    Tel 081 554 2006 - Fax 178 441 3873
    e-mail info@laportadelvesuvio.it

    INFO e RIFERIMENTO: la Porta del Vesuvio

INDEX eventi in corso o imminenti

NEWS FUMETTI

eventi in scadenza nei prossimi mesi

GIUGNO 2008

LUGLIO 2008

AGOSTO 2008

Segnalazioni precedenti

MAGGIO 2008

APRILE 2008

MARZO 2008

FEBBRAIO 2008

GENNAIO 2008

anno 2007

anno 2006

anno 2005

Eventi in Corso