o

o

o

navigazione
cerca nel sito

In questa sezione sono raccolte le notizie sul mondo del fumetto, dell'illustrazione e dell'animazione raccolte nella rete o inviatemi per posta elettronica. se volete inviare le vostre segnalazioni compilate il form: link a fondo pagina.
Fumettando non è in relazione con nessuna delle iniziative elencate. Per informazioni e novità dell'ultima ora consultate sempre i rispettivi indirizzi web, quando disponibili!

Fiera
  • Torna su
    dal 6 al 9 dicembre 2007

    PIU' LIBRI PIU' LIBERI 2007 fiera della piccola e media editoria sesta edizione

    ROMA - Palazzo dei Congressi dell'EUR (Piazzale Kennedy, 1).

    DATE E ORARI:
    giovedì 6 dicembre ore 10 - 20
    venerdì 7 dicembre ore 10 - 21
    sabato 8 dicembre ore 10 - 21
    domenica 9 dicembre ore 10 - 20

    COSTO BIGLIETTO
    Biglietto intero: 6 euro
    Biglietto ridotto (ragazzi tra 11 e 18 anni e visitatori oltre i 65 anni): 2,50 euro
    Biglietto ridotto convenzionato (possessori di CartaGiovani, tessera Bibliocard, tessera CRAL): 4 euro
    È gratuito l'ingresso per i bambini fino a 10 anni, per le classi accompagnate e per i visitatori professionali.

    Il 6 dicembre al palazzo dei congressi dell'EUR a Roma apre i battenti la sesta edizione della fiera della piccola e media editoria. Per questa edizione sono previsti oltre 400 espositori ed il carnet degli incontri, dibattiti, seminari e mostre è particolarmente ricco.

    Per quanto riguarda Fumetto e Illustrazione vi segnalo due iniziative, che ho spulciato dal programma, ma nei numerosi stand della fiera non sarà difficile trovare piccoli editori che hanno in catalogo anche libri e volumi di fumetto e illustrazione.

    1- Venerdì 7 dicembre ore 11
    Caffè Letterario
    presentazione del volume
    "Racconti per ascensore"
    27 autori italiani e internazionali
    disegnati da Marco Petrella

    2- Nell'area mostra, per sensibilizzare e coinvolgere il pubblico sul tema dell'evoluzione e conservazione della Biodiversità, verrà allestito, a cura della Fondazione Bioparco di Roma, Il giardino della biodiversità con piante ed animali, in cui il visitatore potrà trovare una preziosa mostra curata dalla casa editrice Orecchio Acerbo:
    si tratta di riproduzioni di tavole oniriche e caleidoscopiche di Lorenzo Mattotti realizzate per il libro Il mistero delle antiche creature, una zoologia surreale che sollecita l'immaginazione e offre un'allegoria di un equilibrio ideale.

    A seguire vi riporto due comunicati stampa ufficiali che riassumono l'offerta culturale della Fiera:

    ESTRATTI COMUNICATI STAMPA

    ECCO PIÙ LIBRI PIÙ LIBERI 2007
    A Roma, dal 6 al 9 dicembre, la sesta Fiera della piccola e media editoria:
    incontri, eventi, ospiti, anteprime
    per scoprire il mondo del libro in continua evoluzione

    Crescita. Questa la parola chiave che meglio definisce quanto di dinamico ed innovativo stia accadendo negli ultimi anni nel mondo della piccola e media editoria italiana. Una realtà che trova un punto saldo, di riscontro e valorizzazione, in Più libri più liberi, la Fiera della piccola e media editoria che torna per il sesto anno consecutivo, dal 6 al 9 dicembre, al Palazzo dei Congressi dell'Eur a Roma sull'onda d'urto di dati d'eccezione. Dal 2001 al 2006 gli editori piccoli e medi hanno visto aumentare l'incidenza del proprio fatturato dal 31% al 35% sul totale di quello registrato dall'intero settore librario.
    Significativo anche l'aumento del 9,2% degli addetti del settore della piccola e media editoria tra il 2005 e il 2006. E notizie positive arrivano anche da Roma, dove secondo i dati forniti dall'Associazione Italiana Editori (AIE) tra il 2002 e il 2006 la vendita di libri è cresciuta del 25,6% a fronte di una crescita dell'8,84% a livello nazionale. Oggi la Capitale rappresenta per gli editori italiani il 16,5% del mercato editoriale nazionale, quando nel 2002 era solo il 14%.
    Per questo, e molto altro, Più libri più liberi si conferma come un fondamentale appuntamento con per il mondo del libro, un vero e proprio polo culturale capace di promuovere l'attività degli editori e offrire a migliaia di lettori un panorama completo di quanto accade in questo universo culturale diversificato, capace di proporre alternative a chi cerchi nuove proposte editoriali.

    L'appuntamento annuale con circa 400 espositori e migliaia di libri, che lo scorso anno ha raggiunto il record di 50mila visitatori, è realizzato, come sempre, dall'Associazione Italiana Editori con il sostegno dell'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, della Provincia di Roma e della Regione Lazio, con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tradizionali partner della Fiera, ai quali si aggiunge anche quest'anno la Camera di Commercio di Roma che con il suo intervento salda il rapporto essenziale tra cultura, impresa e territorio. Completano le partnership il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, e l'insostituibile supporto dell'Istituzione Biblioteche di Roma e di Radio Tre.

    Tra le collaborazioni, le prime tre novità della sesta edizione:
    in un apposito stand nel piazzale antistante il Palazzo dei Congressi si potranno acquistare le Stelle di Natale e contribuire così alla ricerca sulle leucemie; un significativo punto d'incontro tra editoria e solidarietà frutto della collaborazione con l'AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma.
    La seconda novità della Fiera 2007 sarà lo spazio all'interno della Bibliolibreria, dove si venderanno cd musicali: si tratta di un progetto comune con il MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti, che non solo porterà in Fiera musicisti indipendenti, ma riserverà a Faenza, durante il Meeting annuale, uno spazio a Più Libri più liberi.
    La terza novità permetterà agli amanti del libro di ritirare un biglietto d'ingresso gratuito per la Fiera nelle librerie romane che dedicheranno la loro vetrina alla piccola e media editoria, grazie ad un progetto realizzato in collaborazione con l'ALI, Associazione Librai Italiani - sede provinciale di Roma.

    GLI OSPITI DELLA FIERA e IL PROGRAMMA CULTURALE

    La Fiera è un'avventura della conoscenza, esaltata dagli oltre 200 incontri, presentazioni, dibattiti che coinvolgono autori, studiosi, personaggi della politica o dello spettacolo, comunque legati al mondo del libro, a partire da Andrea Camilleri, Margherita Hack, Marco Lodoli, Massimo Carlotto, Jaume Cabré, Renato Nicolini, e proseguire con Maria Luisa Spaziani, Simona Argentieri, Goffredo Fofi, Nanni Balestrini, Niccolò Ammaniti e ancora Giorgio Albertazzi, Stefano Marroni, Piero Angela, Alberto Bevilacqua, Giovanni Floris, Livia Turco, Piero Grasso, Luigi Lo Cascio, Luce Marinetti, Lino Banfi, Tommaso Zanello alias Piotta, solo per citarne alcuni.

    SPAZIO RAGAZZI

    Il vasto programma di laboratori, animazioni, letture e spettacoli per bambini e ragazzi, curato dalla Biblioteca Centrale per Ragazzi di Roma, è diviso in tre sezioni, Bibliolibreria, Area Incontri, Area Mostra, in cui si articolano attività e proposte sia per le scuole, sia per le famiglie. Nella Bibliolibreria si potranno, come sempre, acquistare e prendere in prestito libri, mentre l'Area Mostra sarà dedicata quest'anno al tema dell'evoluzione e della conservazione della biodiversità: a cura della Fondazione Bioparco di Roma, un vero e proprio Giardino della biodiversità con piante ed animali al fine di restituire in modo semplice il loro valore biologico. Tra i tanti appuntamenti in programma: il laboratorio del poeta Elio Pecora, la presentazione del libro e del sito Leggere che piacere realizzati in collaborazione con l'Assessorato alle politiche educative del Comune di Roma.

    SPAZIO BLOG BY SPLINDER

    Dopo il grande successo dello scorso anno Più Libri più liberi conferma la presenza dello Spazio Blog, per questa edizione realizzato in collaborazione con Splinder, la prima community blog in Italia. Un intero programma sulle nuove tecnologie curato da PiùBLOG. Il mondo dei libri torna così a confrontarsi con i nuovi media attraverso personaggi autorevoli, noti e meno noti, tutti animati dalla passione per la rete. Tra questi Bruno Pellegrini, il fondatore di The Blog Tv; Umberto Croppi, direttore generale di Valore-Italia; Luce Marinetti, che risponderà alle domande dei blogger sul padre, fondatore del Futurismo; Lino Banfi, noto nella blogosfera come "Nonno Blogger"; Alberto Bevilacqua che regalerà ai giovani la possibilità di un confronto sulla scrittura.

    IL PROGRAMMA PROFESSIONALE

    Riorganizzato per questa sesta edizione anche il programma dedicato alle tematiche proprie del settore: gli incontri sono stati ordinati per tematiche che scandiscono le tre giornate dedicate al programma professionale. Il giovedì sarà dedicato alla Lettura con il convegno inaugurale dell'AIE dedicato agli Stati della Lettura e, tra gli altri incontri, la tavola rotonda La lettura, e le altre letture per ragionare sulle trasformazioni in atto nel settore dell'editoria libraria in seguito all'evoluzione delle tecnologie digitali; il venerdì si parlerà di Distribuzione nell'incontro Produrre, distribuire, vendere. Forse leggere a cura dell'AIE e del Giornale della libreria. Infine le Nuove tecnologie saranno il tema portante della giornata di sabato, quando si affronteranno le problematiche legate ai nuovi orizzonti dei prodotti multimediali. Sarà come sempre un'occasione di dibattito e confronto sui temi legati al mondo del libro e dei contenuti editoriali per addetti ai lavori e non solo.

    IL PROGRAMMA CULTURALE: ISTRUZIONI PER L'USO

    "I libri da leggere non potranno essere sostituiti da alcun congegno elettronico - ha scritto Umberto Eco - Sono fatti per essere presi in mano, anche a letto, anche in barca, anche là dove non ci sono spine elettriche, possono essere sottolineati, sopportano orecchie e segnalibri, possono essere abbandonati aperti sul petto o sulle ginocchia quando ci prende sonno, stanno in tasca, si sciupano, assumono una fisionomia individuale a seconda dell'intensità e regolarità delle nostre letture….". I libri fanno parte della nostra vita, ci assomigliano come noi finiamo per assomigliare loro, formandoci su quelli che amiamo e leggiamo, cambiando e maturando su quelli nuovi che scopriamo. E se c'è un posto dove è possibile far scoperte, come trovare pepite in una miniera, questo è Più libri più liberi, la Fiera della piccola e media editoria, che si pone come uno degli elementi di garanzia del pluralismo culturale e delle idee del nostro Paese, esplorando il nuovo, il particolare, il curioso.

    Negli stand che ospitano i circa 400 espositori di questa sesta edizione (6 - 9 dicembre 2007) si trovano tutti quei volumi che non è sempre facile trovare, anche quelli che non hanno una grande distribuzione o ne hanno solo una locale, quelli che magari si cercava da tempo senza sapere nemmeno che esistessero. Insomma, davvero un'avventura della conoscenza, che viene esaltata dagli oltre 200 incontri, presentazioni, dibattiti a cui partecipano decine di autori, di studiosi, di personaggi legati al mondo del libro, il che vuol dire un po' tutti, dallo scienziato all'attore, dal poliziotto al poeta: solo per citarne alcuni si va da Andrea Camilleri a Margherita Hack, da Maria Luisa Spaziani a Simona Argentieri, Goffredo Fofi, Nanni Balestrini, Niccolò Ammaniti, Luigi Cancrini, Giorgio Albertazzi, Piero Angela, Giovanni Floris Livia Turco, Massimo Carlotto, Luigi Lo Cascio. Non è facile scegliere tanta è l'offerta, ma è la realtà del nostro mondo editoriale che rischia di disorientare il lettore, soprattutto quando è un lettore occasionale. Cosicchè l'Associazione Italiana Editori (AIE) ha scelto di interrogarsi, con il convegno di apertura, proprio sugli odierni Stati della lettura a partire da un dato e da una situazione di fatto: quello di un lettore stretto tra 56 mila titoli, tanti se ne stampano ogni anno nel nostro Paese.

    Più libri più liberi è allora l'occasione per crearsi, tra tanti volumi e incontri, un proprio percorso. Noi ne proponiamo alcuni che collegano temi, generi, discipline, persone, approcci diversi e si affiancano alle proposte degli incontri "professionali", convegni particolarmente legati agli interessi degli addetti ai lavori, incentrati sui mestieri del produrre, vendere, diffondere il libro e la lettura. Per i più giovani, esiste un articolato, apposito programma di laboratori, animazioni, letture e spettacoli.

    IL GIALLO E IL NOIR

    Cominciamo con un percorso lungo un genere che è oggi tra i più amati dal pubblico, un genere che coinvolge, avvince, ma anche rispecchia e racconta il mondo di oggi, le sue paure e insicurezze. Non a caso sono una serie di autori di romanzi di genere di successo, da Niccolò Ammaniti a Tullio Avoledo, da Massimo Carlotto a Marco Vichi, a presentarci episodi in VerdeNero, noir di ecomafia che si interroga e mette a nudo i pericoli che corre il nostro pianeta e l'equilibrio della nostra vita. A questo incontro interverrà anche Enrico Fontana di Legambiente (venerdì ore 17, Sala Diamante). Accanto ad ansie più reali, ve ne sono naturalmente altre che ci portano il cuore in gola per la capacità di smuoverci qualcosa di oscuro dentro: è il caso della nuova collana Il pesanervi dedicata all'ansia, al mistero, all'inquietudine presentata in Fiera (venerdì ore 19, Sala Rubino). Esperta di noir è anche Chiara Guarascio che ha scritto un manuale di criminalistica, Sulla scena del crimine: CSI all'italiana, per tutti gli appassionati del genere poliziesco (oltre che di tanti fatti drammatici di cronaca) per raccontare i meccanismi di un'indagine su un crimine. Un thriller tra i fumi dell'alcol è quello invece scritto da Francesca Ventura, che ha ambientato Rosso d'annata nelle cantine vinicole della Maremma (sabato ore 18, Sala Turchese). Alex, un disegnatore di fumetti testimone per caso di un orrendo delitto, è invece il protagonista di Sabbia in bocca di Giacomo Aloigi. Per chiudere, il protagonista di un fumetto, per mano di Andrea Carlo Cappi, diventa protagonista di un romanzo in Diabolik, alba di sangue (sabato ore 17, Sala Corallo).

    POESIA

    Per lasciarci alle spalle il nero, niente di meglio che della buona poesia, nei cui confronti l'interesse è in continua crescita e l'attenzione per questa, che è forse la più alta forma d'espressione letteraria, pare coinvolgere in particolare molti giovani. Un panorama del far versi oggi nel nostro Paese viene dall'antologia Poeti che racchiude nomi importanti, da Antonella Anedda a Franco Loi, da Maria Luisa Spaziani a Guido Oldani, da Elio Pecora a Gianni D'Elia, e nuovi autori, da Assunta Finiguerra a Fabio Posterla (domenica ore 17, Sala Rubino). Alcuni poeti romani saranno riuniti per presentare le proprie raccolte, da Pensieri, emozioni, dissapori di uomini mortali di Anna Rita Curati a Occidente Express di Andrea D'Urso, da Corona scalza di Luca Baiada a Parole vere di Sergio Torrioni e Voglia di sognare di Rossella Goglia. In versi scrive per il teatro il palermitano Martino Lo Cascio che ha pubblicato Cuntraversi, un monologo in un siciliano molto espressivo cui darà vita il fratello dell'autore, l'attore Luigi Lo Cascio (sabato ore 20, Sala Ametista).

    LE DONNE SI RACCONTANO

    Sono le donne, in genere, quelle che hanno più abitudine a confrontarsi con se stesse, a esternare pensieri e sentimenti, senza timore di apparire deboli. Un esempio su tutti, Oriana Fallaci, che si è raccontata prima di morire, sapendo di morire, a un amico, Riccardo Nencini, che narra quelle confessioni in Oriana Fallaci: Morirò in piedi. Una scrittrice come Lia Levi racconta invece i luoghi della sua vita, da Napoli a Roma passando per Gerusalemme, come occasione per tornare sulle proprie tracce e riscoprire il proprio passato, pur sapendo che Nessun giorno ritorna (domenica ore 17, Sala Corallo). Alla ricerca della passione e dell'amore è Francesca Carbonini, che ci dà un vero esempio di scrittura come autoanalisi con Tutta colpa di un Chiparus, preziosa statuetta che ha un valore emblematico per la protagonista. Diversa l'operazione di Alessia Niccolucci che, attraverso la storia di una donna e della sua famiglia nel secolo scorso, colta nel quotidiano fatto di gesti, azioni e sentimenti con Donne che parlavano con gli alberi, ci dà un ritratto di una misura e un rapporto con il mondo che pare lontano, che era prezioso (venerdì ore 18, Sala Ametista).

    NARRATIVA

    Sono i racconti e i romanzi quelli però che fanno volare la fantasia, che ci premettono di immedesimarci nella loro realtà virtuale e che fanno la parte del leone sui banchi dei librai, grazie alla passione dei lettori, che potranno cominciare da un caso particolare, quello del romanzo Tristano di Nanni Balestrini, pubblicato 40 anni fa nel testo base con le pagine rimescolabili, perché il progetto dell'autore è quello di un libro aperto che, grazie a diverse combinazioni, può creare quasi infinite varianti di se stesso. Oggi, grazie all'uso delle nuove tecnologie, viene riproposto con prefazione di Umberto Eco in una edizione che prevede copie uniche, tutte diverse, personalizzate per ogni acquirente. A parlarne arrivano lo stesso Balestrini e Paolo Fabbri (domenica ore 18, Sala Smeraldo). Ci sono poi alcuni autori stranieri, meno facili da incontrare fuori della Fiera, come l'americano David Levinson con le sue storie sulla diversità di Camere di combustione (venerdì ore 12, Caffè letterario). Mentre l'inglese Naomi Alderman, cresciuta in una piccola comunità ebraico ortodossa, in Disobbedienza racconta la storia di Ronit che si scopre insofferente scegliendo la libertà, oltre all'amore scandaloso della sua amica Esti (domenica ore 16, Sala Turchese). Dall'Africa, di cui si affronta una delle moderne piaghe, l'Aids, arriva Sindiwe Magona e presenta il suo romanzo Questo è il mio corpo con Goffredo Fofi (venerdì ore 16, Sala Smeraldo). Un romanzo che resuscita i fantasmi della guerra civile, rivelandoci che odi e amori del passato non sono in realtà ancora passati, è Le voci del fiume del catalano Jaume Cabré che ha avuto grande successo in Germania (venerdì ore 17, Caffè Letterario). Tra i nostri narratori, e in Fiera ne arrivano tanti, segnaliamo Valerio Aiolli col suo ultimo romanzo Ali di sabbia, racconto storico sulla guerra di Libia, Alessandro Petruccelli, scrittore di vita e di metafore esemplari legate al quotidiano, con La favola dell'uomo senza amici (giovedì ore 17, Sala Corallo), Paolo Colagrande col suo Fideg, Giacomo Barba che racconta in The Teacher, la storia di perdizione diabolica di un povero insegnante, Monica Romanesco e il suo Non avrei mai pensato di indossare un colbacco a Roma (sabato ore 16, Sala Turchese), Annalena Manca con L'Accademia degli scrittori muti (sabato ore 16, Isola dei libri).

    SUDAMERICA

    Un posto particolare occupa la cultura e la letteratura sudamericana, specie quest'anno in cui si celebrano i 40 anni dalla morte di Che Guevara, un'icona del nostro tempo. Proprio del celebre Comandante, compagno di Fidel Castro, parla un romanzo pluripremiato, I fondatori dell'alba di Renato Prada Oropeza, che ne affronta gli ultimi giorni di vita e di guerriglia, tra amori e lotta, tra illusioni e delazioni (domenica ore 18, Sala Ametista). Dal Messico arriva invece un libro affascinate, La ballata di Dante di Eduardo Gonzales Viaña, che appunto in forma di ballata in prosa, sui ritmi del corrido, tipica canzone in ottonari, narra, con spirito comicamente caustico, l'odissea di Dante Celestino, un immigrato clandestino negli Usa (sabato ore 15, Sala Turchese). Sempre in tema di movimenti di liberazione, è infine interessante lo studio di Claudia Fanti che fa il punto sui suoi studi e contatti in Salvador: la teologia della schiavitù, di cui parla con Raniero La Valle e Don Luca Pandolci ( domenica ore 12, Sala Turchese).

    SPETTACOLO

    Parlando di cultura non se ne può lasciar fuori la parte più spettacolare, quella che coinvolge e segna stagioni storiche e personali con musiche colte e popolari, con rappresentazioni e film che si avvalgono del fascino di personaggi che rappresentano lo spirito di un'epoca. Tutte cose che inevitabilmente finiscono anche in quel contenitore universale che sono i libri, a cominciare da quello che raccoglie la riduzione teatrale di un testo eccezionale come le Memorie di Adriano della Yourcenar, portate in scena da quasi 20 anni da Giorgio Albertazzi con la regia di Maurizio Scaparro, che parteciperanno alla proiezione del video dello spettacolo (domenica ore 16, Sala Smeraldo). Un incontro sul grande regista Giorgio Strehler, supportato da alcune proiezioni, con la presentazione del libro che gli ha dedicato Francesca Pini intitolato Il tempo di una vita (giovedì ore 18, Sala Ametista). Facciamo teatro è una collana che propone drammaturgie contemporanee a confronto a cura di Daniela Giordano con la partecipazione di autori quali Roberto Cavosi e Kossi Efoui (venerdì ore 18, Sala Turchese), mentre un Match di improvvisazione teatrale lo racconta Francesco Burroni presentato da Marcantonio Lucidi (venerdì ore 19, Sala Corallo). Un incontro riguarda il cinema e vi partecipa Pupi Avati, che presenta la collana Ciak si scrive per la quale Simone Isola ha realizzato un volume su di lui e Luca Lardieri uno su Dario Argento (giovedì ore 19, Sala Rubino).

    E' però la musica a fare quest'anno la parte del leone con monografie su personaggi mitici, come Maria - Ritratto della Callas di Nadia Stancioff che le fu vicina gli ultimi otto anni della sua vita e di cui parla Arnaldo Colasanti (sabato ore 18, Sala Smeraldo). Naturalmente musica vuol dire anche altro e per goderne, ascoltarla, bisogna che qualcuno la suoni, ce la proponga nella sua lettura: Giovanni Maria Pala, esperto informatico e musicista, analizzando gesti dei personaggi del Cenacolo di Leonardo ha decifrato una frase musicale compiuta, un adagio in tempo tre quarti che si può definire un Requiem e lo racconta in La musica celata (sabato ore 16, Sala Corallo). Sul rapporto tra libri e spettacolo televisivo indaga la serie di Book Trailers di cui parla Gianni Bonfiglio (giovedì ore 16, Sala Rubino) e rifacendosi per certi versi alla radio c'è chi propone la collana di audiolibri dal titolo Libri per le mie orecchie, presentata da Francesco Piccolo e Vittoria von Schirach, con romanzi letti dagli autori, a cominciare da Sandro Veronesi col suo Caos Calmo.

    UFFICIO STAMPA Daniela Poli Ufficio stampa Associazione Italiana Editori

    INFO: Più libri più liberi
    Tel. 0744-471523
    E-mail: info@piulibripiuliberi.it

INDEX eventi in corso o imminenti

NEWS FUMETTI

eventi in scadenza nei prossimi mesi

NOVEMBRE 2007

DICEMBRE 2007

Segnalazioni precedenti

OTTOBRE 2007

SETTEMBRE 2007

AGOSTO 2007

LUGLIO 2007

GIUGNO 2007

MAGGIO 2007

APRILE 2007

MARZO 2007

FEBBRAIO 2007

GENNAIO 2007

anno 2006

anno 2005

Eventi in Corso