ATTENZIONE!!! se visualizzi questo pagina senza formattazione alcuna con testo nero su fondo bianco vuol dire che stai usando un browser che non supporta i CSS!!! Si tratta delle versioni di explorer anteriore alla 5, netscape 4 e inferiori, opera 5 e altri che probabilmente non conosco. I contenuti del sito immagini e testi dovrebbe comunque essere leggibili. L'unico problema Ť la barra del mený di navigazione che non si vede completa. La puoi rggiungere a questo indirizzo menu.

Osservazioni
Perché mai i moralizzatori usano condonare peccati quali evasione fiscale, corruzione, concussione, peculato per poi combattere sane battaglie moralizzatrici contro il degrado delle strade? Che ci sia un conflitto di interessi?
 
il reverendo hunger uccide la ragazza pawnee
L'orso uccide la ragazza
(Josè Ortiz)
il reverendo intona i suoi salmi
Il reverendo predica
(Josè Ortiz)
Poe ha avuto il coraggio di intervistarlo
Il volto della follia
(Josè Ortiz)
i granchi del fiume decidono la sua sorte
Il cancro del fiume divora la sua furia
(Josè Ortiz)
Correlazioni
apparizioni
  • N°34 La furia purificatrice del reverendo si abbatte su Hells Gate

  •  
il Reverendo Hunger

Il reverendo Hunger naviga il Missouri sul suo battello accompagnato da una masnada di seguaci animati dal sangue più che dalla carità cristiana.

Assertore di una moralizzazione forzata visita le cittadine di frontiera per redimere le anime dai due vizi del demonio: Alcol e Lussuria.
Ricordate fratelli satana ha due serpenti: l'alcol e la lussuria. Pronti a sedurci per dannare le nostre anime...
Quando il battello attracca ad Hells Gate Duke, il più potente dei farabutti del luogo, capisce che il suo Paradiso ha i giorni contati.
Trema sotto i deliri del reverendo:
...Il mio signore è come questa ruota di ferro... Non è visibile ai nostri occhi ma le sue opere si riconoscono... Egli vi colpisce e vi ordina di aprire i vostri cuori alla sua luce... Il signore è arrivato a Hells Gate e ha fatto sentire la sua voce... Noi siamo invincibili e imporremo il timore di dio a Hells Gate... Sono invincibile perché è il signore che guida la mia mano...

La furia di Hunger non esita a mostrarsi in tutta la sua delirante devastazione
La rabbia e il furore rischiano di inghiottire tutti e due gli schieramenti, trascinando nel gorgo della violenza anche le povere vittime e le anime che il reverendo si imponeva di salvare.
Non poche vite saranno sacrificate prima che il reverendo e Duke e i loro più facinorosi complici siano messi a tacere, distruggendosi a vicenda.

Solo, sulla riva del fiume il reverendo si aggirerà dopo una notte di massacri e distruzione.
Solo sulle riva del fiume come la povera ragazza Pawnee, nuda e indifesa che, sfuggita per grazia del pistolero Sutton alla vendetta di Duke, viene strangolata dalla furia dell'orso - il reverendo - scatenato perché la nudità della ragazza ha corrotto l'anima del suo figliastro Jeremia, impotente e incolpevole testimone.
Solo sulla riva del fiume subirà il giudizio dell'acqua che aveva sporcato di sangue, divorato dal cancro della sua furia redentrice, di fronte a Magico Vento. Abbandonato da tutti.

Il reverendo Hunger è una figura viva, allucinante, straordinariamente reale, i cui occhi accusatori sembrano bucare la pagina grazie alle splendide matite di Ortiz.
Ha ben poco del grottesco che hanno avuto i suoi ispiratori realmente esistiti, le note biografiche dei quali sono riportate nella pagina della Gazette: George Channing Haddock e Carry Nation.
La figura del redentore che tuona contro la corruzione del mondo, specchio della sua anima corrotta, difficilmente si dimentica in quanto è sempre attuale cambiando di volta in volta solo le vesti esteriori.
Tralasciando i tristi riferimenti alla realtà vorrei ricordare solo una splendida figura letteraria di purificatore che, preoccupato della corruzione carnale della sua anima, non esita a commettere i più atroci delitti per salvaguardare la sua purezza interiore: l'arcidiacono di Notre Dame Claude Frollo che distrugge la vita della innocente Esmeralda colpevole solo di aver risvegliato in lui il desiderio.
Tutto splendidamente narrato da Victor Hugo in Notre-Dame de Paris.

Navigazione