ATTENZIONE!!! se visualizzi questo pagina senza formattazione alcuna con testo nero su fondo bianco vuol dire che stai usando un browser che non supporta i CSS!!! Si tratta delle versioni di explorer anteriore alla 5, netscape 4 e inferiori, opera 5 e altri che probabilmente non conosco. I contenuti del sito immagini e testi dovrebbe comunque essere leggibili. L'unico problema Ť la barra del mený di navigazione che non si vede completa. La puoi rggiungere a questo indirizzo menu.

Osservazioni
un bell'esempio di cattivo vecchio stampo. Spietato, inflessibile. Dio ha bisogno del diavolo ma il diavolo fa solo il suo mestiere. I nuovi nemici non sono così facilmente individuabili, ma sono ancora più pericolosi della mano sinistra del diavolo.
 
 
lo sceriffo coleman
all'apice
(Pasquale Frisenda)
lo sceriffo coleman
faina
(Pasquale Frisenda)
lo sceriffo coleman
sempre pericoloso
(Pasquale Frisenda)
lo sceriffo coleman
con il giovane Ned
(Pasquale Frisenda)
Correlazioni
  • Ned Ellis in gioventù
  • eureka

  •  
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
apparizioni
  • N°19 l'ultimo confronto fra Coleman e MV
  • N°88 Coleman torna a tormentarlo anche da morto

  •  
Lo Sceriffo Coleman

Lo sceriffo Coleman, la mano sinistra del diavolo, da 25 anni amministra la giustizia nella cittadina di Eureka.
Le sue regole sono spietate e i suoi uomini lo temono.
Ogni errore viene pagato una sola volta: con la morte.
Coleman ha una sua visione morale, distorta e crudele, ma reale. Viceversa i nuovi politici, i nuovi uomini di potere dietro la loro parvenza di perbenismo e la loro spruzzata di onestà covano ben altri obiettivi: arricchirsi, acquisire potere per arricchirsi e arricchirsi per acquisire potere.
Mentre Coleman non si nasconde dietro nessuna maschera e affronta i suoi nemici, spesso non lealmente a dire il vero - se qualcuno ti volta le spalle non attendere che si volti per sparargli -, i potenti e finti quali il giudice Holder, preferiscono che siano i nemici a scannarsi fra di loro alimentando le tensioni fra i vari gruppi.
Il confronto finale si risolverà a favore di Coleman che non ubbidisce agli schemi dei suoi avversari e per questo risulta totalmente imprevedibile.

Anche Coleman alla fine dovrà pagare per le sue colpe e per i suoi delitti. Ad ucciderlo non sarà Magico Vento ma il fantasma di una delle sue vittime innocenti schiacciata dal rullo compressore della sua giustizia sbrigativa: Maude.

Cronistoria:

Coleman e Ned si erano incontrati in passato quando il giovane girovagava per il West con il suo cavallo e la sua pistola. Coleman aveva subito intuito le potenzialità del ragazzo e lo aveva accolto nella sua milizia. Ned però aveva trasgredito alle regole ferree dello sceriffo: niente alcol, niente tabacco e soprattutto niente donne. Aveva conosciuto Maude una povera ragazza torturata e violentata dal padre e se ne era innamorato.

Disperata per le violenze subite, Maude aveva ucciso il genitore aguzzino sapendo che questo avrebbe significato la sua esecuzione. Ned era arrivato da lei ed aveva passato con lei una intensa notte d'amore, sognando una fuga e una nuova vita.
Ma la giustizia era arrivata puntuale nelle sembianze dello sceriffo. Coleman aveva ucciso Maude davanti agli occhi di Ned. Poi aveva commesso una leggerezza. Aveva voltato le spalle al suo pupillo che lo aveva ferito costringendolo per il resto dei suoi giorni sulla sedia a rotelle.

Magico Vento giunge così ad Eureka solo per sentire il profumo del suo passato e per confrontarsi con il fantasma di Maude e lo scheletro deambulante ma ancora vivo di Coleman.
Lo sceriffo non viene ucciso da Magico Vento però ma dalla figlia del giudice Holder la cui mano era guidata dallo spirito vendicativo di Maude.

Navigazione