ATTENZIONE!!! se visualizzi questo pagina senza formattazione alcuna con testo nero su fondo bianco vuol dire che stai usando un browser che non supporta i CSS!!! Si tratta delle versioni di explorer anteriore alla 5, netscape 4 e inferiori, opera 5 e altri che probabilmente non conosco. I contenuti del sito immagini e testi dovrebbe comunque essere leggibili. L'unico problema Ť la barra del mený di navigazione che non si vede completa. La puoi rggiungere a questo indirizzo menu.

Osservazioni
Zagor è addirittura la reincarnazione di Damballah e ha sul petto il simbolo di Wakinan Tanka nemico giurato di Uncegila. Schizofrenico lui o schizofrenica Marie Laveau o schizofrenico qualcun'altro?
 
 
louis beaumont
Figlio del sud
(barbati-ramella)
louis beaumont
schizzato
(barbati-ramella)
louis beaumont
ipnotico
(barbati-ramella)
louis beaumont
morto
(barbati-ramella)
Correlazioni
apparizioni
  • N°6 e 7 storia doppia su Beaumont-Uncegila

  •  
Louis Beaumont

Louis Beaumont, compare improvvisamente e in poche vignette ci mostra tutta la sua spietata furia omicida decapitando Cavallo Zoppo: l'anziano sciamano guida di Magico Vento.

La sciagurata vita di Beaumont resta ammantata di mistero finchè non ci viene rivelata a poco a poco dalle testimonianze dei meschini che lo avevano, purtroppo per loro, conosciuto: l'anziano Moses, cameriere di colore di Fender, Casey ex-soldato sudista, Sutton il comandante del campo di prigionia sul Grand River e gli indiani outcast che avevano commesso l'errore di accettarlo come condottiero.

Beaumont è un folle e feroce assassino che ha stretto un patto di sangue con la malvagia divinità vudu Damballah, il dio serpente che ha come corrispettivo nei miti indiani Uncegila, il grande serpente del fiume.

Beaumont mira ad accrescere il suo potere derubando il Loa, lo spirito guida, degli stregoni vudu, come madame Gobar: una potente mambo della piantagione nella quale era schiavo Moses. Convinto che anche gli sciamani indiani fossero posseduti da Loa decapita e ruba la testa di Cavallo Zoppo.

Catturato nell'avanzata nordista viene rinchiuso nel campo di prigionia sul Grand River comandato da Sutton, nel quale il povero Casey, soldato sudista, si arrabattava per ottenere migliori condizioni di vita.
In questo frangente abbiamo una chiara dimostrazione della spietatezza di Beaumont che non esita a mandare al massacro i prigionieri per garantirsi una fuga, sventata dall'intervento di Casey.

Sepolto vivo Beaumont viene trasportato nelle terre del serpente dimora di Uncegila e liberato da un gruppo di indiani outcast.
Lo sontro finale tra l'ufficiale sudista e MV avviene proprio in questo luogo.

L'immortale Beaumont viene consumato vivo dall'abbraccio di suo padre Uncegila; dopo che MV gli ha spiegato che gli sciamani non sono posseduti da nessun Loa; hanno il loro potere nel Nagi, il PROPRIO spirito che può trasmigare solo in un'anima amica.
Beaumont con la sua immortalità e la sua manìa di tagliare le teste per impadronirsi dell'essenza vitale somiglia ad una macabra versione di Highlander: in questo caso non ne è rimasto nessuno!

Navigazione