o

o

o

navigazione
cerca nel sito

Le pagine sui fumetti in rete| edicola | Zagor

Scheda sul numero 500 di Zagor

scheda realizzata da Vittorio Sossi
ATTENZIONE: nelle sinossi troverete la trama della storia.
Le immagini sono proprietà dei rispettivi autori, sempre indicati, e utilizzate solo a scopo informativo.

Copertina
copertina di Gallieno Ferri 
			© Sergio Bonelli Editore

Zagor 500

collana: Zenith Gigante 551

periodicità: mensile

Data Uscita: marzo 2007

pagine: 100

prezzo: 2,50 euro

Titolo:
Magia Indiana

Storia:
Magia Indiana

editore: Sergio Bonelli Editore

Note: Numero celebrativo a Colori

copertina di Gallieno Ferri
© Sergio Bonelli Editore

La Storia

Magia Indiana

autori: Moreno Burattini storia, Gallieno Ferri disegni, Omar Tuis Lettering

avversari: diversi nemici storici di Zagor

Personaggi principali: Zagor, Patrick Wilding; Cico amico fraterno di Zagor;

Sinossi

Magia Indiana

Zagor festeggia il traguardo dei 500 numeri in edicola con un albo celebrativo a colori, come di consueto, in cui si ripercorre la storia passata e recente dello Spirito con la Scure, grazie ad un espediente narrativo.

Si inizia con un bel classico raduno dei capi, nella radura della Piccola Acqua. Quel furbacchione di Molti Occhi prepara la scena allo Spirito con la Scure che, con l'aiuto di Icaro la Plume che lo trasporta in mongolfiera e dei Sullivan veri maestri di trucchi pirotecnici, plana dal cielo sui capi indiani, tutti con la testa all'insù.

Un evento però arriva a turbare l'atmosfera: un fulmine spacca una grossa pietra poco lontano e svela un sinistro contenuto: una lancia spezzata, il simbolo di vendetta indiano. Vedi la storia La Lancia Spezzata

Zagor e Cico elucubrano sull'argomento durante tutto il percorso di ritorno al rifugio, senza venire a capo del mistero. Proprio nella capanna il sinistro presagio prende però corpo. Un gas venefico si libera da alcune ceste e quattro indiani completano l'opera stordendo lo Spirito con la Scure, che aveva resistito all'effetto anestetico del gas.

Zagor si sveglia in una gabbia di ferro sospesa su una palude nebbiosa. Dopo essersi ripreso dal primo momento di disorientamento deve fare i conti con una rivelazione incredibile. Il suo avversario è Kanoxen, il capo dei Delaware che è stato una spina nel fianco per lui nelle primissime avventure. Peccato che Kanoxen sia morto, sepolto dalle sabbie mobili.
Ma non c'è tempo per lo stupore. L'indiano recide la corda che tiene sospesa la gabbia e Zagor precipita nella palude. Riesce però nell'intento di divellere le sbarre e esce dall'acqua, mettendo ben presto Kanoxen alle strette. Ma, quando il capo indiano cade a terra, di lui non resta nient'altro che un mantello vuoto.

Dall'alto degli alberi lo irride un altro dei suoi antichi nemici: Marcus l'Uomo Pipistrello. L'uomo volante ha buone doti ipnotiche e questo potrebbe spiegare l'assurdo svolgersi degli eventi. Marcus sembra più potente che mai. Ordina ad un gruppo di giganteschi pipistrelli di trasportare Zagor su una replica del suo villaggio sugli alberi e inizia con lui una furibonda lotta, sfruttando al meglio la sua capacità di volare.
Zagor però riesce ad afferrarlo in volo e lo trascina a terra. Ma con sconcerto il nemico ancora una volta si dissolve nel nulla.

Nom è un segnale di tregua. Dalle acque melmose della palude emerge Molok, la creatura del professor Talbot, simile al mostro di Frankenstein partorito dalla geniale mente di Mary Shelley.
Sarà questa la realtà? Questi nemici che si susseguono senza sosta sono veri, vivi e tornati dalla tomba?

Scopriamo che non è così. Zagor e Cico sono prigionieri in una gigantesca caverna e lo Spirito con la Scure è preda di un'arcana magia, che gli fa rivivere tutte le terribili battaglie di un tempo. Cico, legato ben stretto non può far nulla per aiutarlo. La cosa preoccupante è che le ferite che Zagor subisce negli incubi si ripercuotono sul suo corpo fisico.
Nello spazio onirico, Zagor, nel frattempo, è riuscito a sconfiggere Molok avvolgendolo in un inferno di fuoco. Ma lo scenario cambia ancora una volta, repentinamente.

Lo Spirito con la Scure deve affrontare il barone Wolfingham e i suoi mostruosi sudditi anfibi. Non c'è speranza. alla fine di ogni combattimento ne inizia subito un altro e Zagor ne verrà distrutto, se non riuscirà a svegliarsi. Ma chi ha architettato l'orribile vendetta?
Devil Mask: lo stregone che credevamo morto dopo la sua battaglia con Zagor e che aveva avuto due incarnazioni: quella dello sciamano indiano e quella di suo nipote. Il giovane era certamente deceduto ma, a quanto pare, le arti arcane dello sciamano lo avevano aiutato a sopravvivere al tuffo mortale con il quale si era congedato da Zagor.

Cico osserva impotente ferite sanguinose aprirsi sul corpo di Zagor. Ma, nel subconscio, Zagor riesce a comprendere la vera natura dell'incubo che sta vivendo e si libera. E Devil Mask verrà ucciso da una lancia dei suoi accoliti, mirata a colpire lo Spirito con la Scure...

Puoi trovare una scheda più completa sull'avventura appena conclusa nel mio sito Il Viaggio di Zagor a questo link

Navigazione

Schede disponibili

Puoi trovare decine di schede sulle storie (intere non divise per numeri) di Zagor nel mio sito:

Zagor nel WEB

Tutti i link catalogati in Fumettando su Zagor, siti ufficiali e siti di fan.

Fumettando contiene 7 link. Se ne conosci altri da segnalare compila il form a questo link.

cronologia di Zagor

Su Fumettando è presente una cronologia delle uscite di Zagor.

Puoi trovare una cronologia più approfondita nel mio sito

Speciali in edicola
copertina zagor numeri speciali