Quando si parla di radioterapia, si fa riferimento a un trattamento che sfrutta radiazioni ionizzanti per colpire le cellule tumorali. Esistono diverse modalità di applicazione di questa tecnica indolore e priva di effetti collaterali da conoscere meglio.

1.     Preoperatoria

La radioterapia può esser svolta prima dell’intervento chirurgico, in questo caso, lo scopo è quello di ridurre  diminuire le dimensioni della massa tumorale affinché l’intervento diventi più semplice. Naturalmente un paziente affetto da malattia neoplastica potrebbe aver bisogno di un trasporto con ambulanza privata Napoli per via del suo stato di salute compromessa.

2.     Intraoperatoria

In realtà, esiste anche una particolare radioterapia che può essere svolta proprio durante l’intervento chirurgico , sebbene meno diffusa a causa delle particolari apparecchiature necessarie. Per ridurre le aderenze ed eliminare ogni singola traccia di tumore.

3.     Post operatoria

Dopo l’intervento chirurgico, è possibile che il paziente sia sottoposto a radioterapia con radiazioni ionizzanti per eliminare tutte le cellule tumorali ed evitare che la malattia si ripresenti sotto forma di focolai che, seppur microscopici, possono crescere nuovamente.

4.     Curativa

Quando si fa riferimento alla radioterapia curativa, si tratta di un trattamento medico che sfrutta radiazioni ionizzanti indolori, localizzate e non invasive per colpire le cellule tumorali. In questo caso, la radioterapia presenta un’alternativa alla chirurgia tradizionale di asportazione del tumore. Si preferisce soprattutto quando il tumore è localizzato in zone difficili da operare come laringe o prostata.

5.     Palliativa

Nei pazienti oncologici terminali, la radioterapia può avere scopo palliativo. Tiene sotto controllo le dimensioni del tumore per ridurre gli effetti collaterali collegati. Spesso il paziente terminale non riesce a muoversi senza ausili specifici come la sedia a rotelle, per cui è bene prevedere un trasporto con ambulanza privata Napoli.

6.     Total body

Infine, la radioterapia total body è una tipologia meno diffusa a cui si fa ricorso in alcuni determinati casi, come nei pazienti che si devono sottoporre a trapianto midollare perché affetti da leucemia o linfoma. Le radiazioni servono per eliminare tutte le cellule tumorali prima che venga impiantato il nuovo midollo osseo.

Di Grey