zagor disegno di ferri

Za-Gor-Te-Nay

(Patrick Wilding)

Lo Spirito con la Scure... che altro?


 
zagor disegno di ferri
navigazione

Valid CSS!

Blizzard Gazette N° 55

Zagor Racconta
di Robert Short
"Fu in una giornata uggiosa che..."

...Zagor betty e mike wilding raccontò al suo amico messicano le tragiche vicende della sua infanzia e le motivazioni alla base della sua opera di giustizia.
I primi anni del piccolo Patrick Wilding si consumarono in una spensierata e felice esistenza sulle rive del rive del Clear Water insieme agli amati genitori Mike e Betty .
Il padre, per il quale il piccolo stravedeva, ex-ufficiale dell'esercito distintosi in numerose battaglie, aveva abbandonato la violenza delle campagne militari per vivere in armonia sia con gli indiani che con i bianchi, in una capanna di tronchi nel cuore di Darkwood.
- mi toccò la più meravigliosa infanzia che un bimbo possa mai desiderare -
ammise con una punta di rimpianto il giustiziere di Darkwood rievocando la sua vita felice dei primi anni.

Il compagni di giochi di pat wilding sogno si infranse in una tranquilla giornata d'estate quando Mike Wilding, trafelato, si barricò in casa appena prima di un attacco inspiegabile di una tribù di Abenaki,guidata da un rinnegato il cui nome si marchiò a fuoco nel cuore del bambino: Salomon Kinsky.

Gli mike getta il piccolo pat nel fiume Abenaki strinsero d'assedio la capanna e nonostante la furia e il coraggio con la quale i genitori del bambino si batterono, la loro sorte era ormai segnata .
Con l'animo colmo di speranza il piccolo Pat fu affidato alle acque del fiume natìo e i volti solcati dal dolore e illuminati dal bagliore dei tronchi in fiamme furono l'ultimo indelebile immagine dei suoi genitori.
Patrick Wilding fu raccolto infreddolito e sconvolto dall'uomo che avrebbe rappresentato la sua guida e il suo maestro di vita: Nathaniel Richardson.

Wandering Fitzy, promessa di vendetta tornò con Pat alla capanna dove trovarono i resti martoriati di Mike e Betty.
Sotto lo sguardo preoccupato dell'uomo, il piccolo orfano seppellì i genitori e, con il cuore colmo di dolore, pronunciò una terribile profezia di vendetta.

Blizzard Gazette Special N° 7

La leggenda di Wandering Fitzy
di Robert Short
"Una guida preziosa"

fitzy salva zagor dal clear waterPoeta vagabondo filosofo e cacciatore... e un mucchio di altre cose, in due parole un uomo libero,
così si definì l'uomo che salvò il piccolo Pat dalle fredde acque del Clear Water, e che lo accompagnò nel difficile periodo dell'adolescenza: un'adolescenza sulla quale pesava come un macigno la sete di vedetta nei confronti dello spietato predicatore Salomon Kinsky.

Dapprima l'agguato dei seneca deciso ad affidarlo alla gente di forte James Nathaniel Fitzgeraldon fu catturato dalla forza e dall'entusiasmo di quel coraggioso bambino, al quale il destino aveva predisposto un fato così terribile: e d'altro canto il piccolo Pat rimase affascinato dalla personalità e dal modo di affrontare la vita del maturo vagabondo al quale cominciavano a pesare gli anni di solitudine.
Fu così che l'agguato di un paio di indiani seneca fornì il pretesto ad entrambi per restare uniti.
Con Fitzy, Zagor completò quella sua preparazione alla vita di frontiera già iniziata nella capanna di tronchi sul Clear Water. Fitzy era un girandolone che intratteneva rapporti con le tribù indiane, i trappers e i cercatori d'oro, senza mai mettere radici.

I wandering fitzy due trascorsero insieme sette anni anni girovagando per i territori selvaggi della Pennsylvania della Virginia e dell'Ohio e Pat divenne sempre più forte ed esperto nell'arte del maneggiare la scure, l'unica arma usata, con incomparabile maestria, da Fitzy.
Dovunque andassero però il ragazzo era ossessionato dalla figura di Kinsky e chiedeva continuamente di lui.
Nathaniel cercava in tutti i modi di convincere Pat a desistere dalla sua caccia:
La giustizia, come la verità non è mai tutta da una sola parte.
E questo Fitzy lo sapeva bene in quanto anche lui era ossessionato dal passato.

Durante lo spietato samuel crown un'esibizione con la scure a Kenton Cross, Pat fu avvicinato da Groggy, un simpatico nano prestigiatore, che gli affidò un vecchio orologio da tasca, sulla cassa inciso A Nathaniel, da consegnare al suo amico.
Fitzy rimase profondamente turbato dall'accaduto ma si sottrasse alle domande del giovane. Quella notte stessa un gruppo di balordi, capeggiati da Samuel Crown, ex-socio di Fitzy fecero irruzione nella stanza d'albergo e, dopo aver blaterato di oro e gioielli, lo rapirono.

Il il rapimento di fitzy gruppo si addentrò nella valle delle ossa, in pieno territorio Cree, alla ricerca del fantomatico oro, seminando morte fra gli indiani che consideravano quella zona sacra perchè dimora del Demone Cannibale. Pat, sulla pista, si imbattè in un simpatico vecchio guerriero, Lupo Sdentato, a caccia del demone per riconquistare la benevolenza della sua tribù, e i due strinsero una insolita alleanza.

Ebbero il simpatico lupo sdentato ragione di Scar e del povero Groggy che, in punto di morte, raccontò loro la storia della carovana di coloni abbandonata a morire di fame e freddo nella valle delle ossa proprio da Crown e Fitzy per derubare dell'oro e dei gioielli Henriksen, l'orafo che aveva inciso l'orologio da tasca.
Pat proseguì il suo cammino con il cuore colmo di angoscia: non riusciva nemmeno a pensare che quell'uomo così onesto e leale poteva essersi macchiato di un tale delitto.
Crown alla ricerca dei resti della carovana era persuaso che Fitzy, precipitato nel fiume con il conestoga che trasportava il baule con l'oro, lo avesse nascosto per tenerlo per sè.
Non immaginava che Nathaniel, che aveva tentato con tutte le forze di opporsi al furto, impossibilitato a salvare i coloni, oppresso dal peso sulla sua coscienza si era completamente disinteressato di quell'oro maledetto.
Questa triste storia si risolse nella caverna del demone, che altri non era se non il povero orafo sopravvissuto, abbrutito e reso folle dagli anni di solitudine e dalla necessità di nutrirsi dei corpi dei suoi stessi compagni.
Henriksen dimostrò di non serbare rancore verso Fitzy, quasi conscio della sua innocenza e trovò la giusta vendetta uccidendo, nell'ultimo alito di vita, lo spietato Crown.

Lupo Sdentato il demone cannibale tornò alla sua tribù con tutti gli onori per l'uccisione del demone e Fitzy si liberò solo in parte dall'ossessione che avrebbe continuato a tormentarlo.
Vorrei ricordare questo poeta vagabondo con un verso della canzone che aveva composto in onore di Darkwood:
They say there is a stream where crystal water flows,
that is the stream that leads to Darkwood.

Blizzard Gazette N° 55

Salomon Kinsky
di Robert Short
" La resa dei conti con..."

...Salomon Kinsky arrivò dopo sette lunghi anni nei quali l'odio di Pat non si era minimamente affievolito.
In una cittadina nei pressi del lago Ontario qualcuno conosceva quel predicatore che lì conduceva una vita irreprensibile, aiutando ed educando un gruppo di una cinquantina di Abenaki che vivevano in pace e coltivavano la terra.

Pat zagor attacca il villaggiokinsky organizza la difesa si allontana dal suo fraterno amico sordo agli ultimi ammonimenti di Fitzy che tenta per l'ultima volta di metterlo in guardia dalle insidie della verità e si avventa contro la tribù pacifica, cieco nella sua cieca vendetta.
Attacca senza preavviso gli indiani seminando morte e distruzione prima di riuscire a penetrare nel villaggio e affrontare finalmente colui che riteneva il boia dei suoi genitori.
In un drammatico confronto, il vecchio predicatore, nota l'identità del giovane, con un'amara risata, gli rivela la tremenda verità, che cala come un macigno sulla sua fragile coscienza.
Invita Patrick a frugare in una vecchia cassapanca nella quale sono raccolti i ritagli di giornale, comprovanti l'infamia di cui si era macchiato suo padre, il tenente Mike Wilding, radiato dall'esercito come il massacratore di Silver Lake. Aveva sterminato una tribù di trecentoventi abenaki colpevoli solo di aver dato ospitalità a due fuggitivi creek.

Trecentoventi kinsky viene ucciso da Wandering Fitzy uomini, donne e bambini che avevano accettato di vivere pacificamente e avevano abbracciato il cristianesimo sotto la guida del più giovane Kinsky.
L'orrenda verità paralizza il giovane e consente al predicatore di sferrare il suo colpo decisivo: ma l'arrivo di Fitzy, che aveva deciso di seguire il ragazzo, impedisce ala leggenda di Zagor di concludersi prima di iniziare.

fitzy muore fra le braccia di zagor Fitzy, colpito dalla pallottola di Kinsky destinata al suo amico, spira fra le braccia del giovane Pat che colleziona un nuovo rimorso.
Patrick Wilding si allontanò dal villaggio devastato con in testa una sola certezza. Espiare a tutto il male commesso, espiare le sue colpe e quelle di suo padre, senza mai farsi condizionare da pregiudizi e cercando sempre tutti gli aspetti della verità.
Da quel momento Patrick Wilding dedicò la sua vita alla pace e alla giustizia, ma la nascita di Zagor è ancora un'altra storia.

Blizzard Gazette special N° 13

L'Uccello del Tuono
di Robert Short
" Il Simbolo"

Da quel terribile giorno nel campo degli abenaki, Patrick Wilding si mise al servizio della pace di Darkwood con tutta la la sua abilità di conoscitore di luoghi e di dialetti e costumi indiani, per cancellare le terribili colpe delle quali si era macchiato .

Sia groove con una frenetica attività di guida, sia consegnando all'esercito trafficanti e speculatori e chiunque avesse intenzione di arricchirsi a spese della pace di Darkwood.
Ma il futuro Spirito con la Scure stava per essere investito di un'autorità superiore.
Era in corso nella foresta un'alleanza fra il rinnegato Groove che forniva su un piatto d'argento vittime umane a Kanoxen, capo dei delawares e Pohaska il suo stregone.

Groove la bellissima shyer consegnava le carovane nelle mani degli indiani e questi sacrificavano i poveri coloni a un demone degli abissi, colui che dorme, nella speranza di risvegliarlo e scagliarlo contro gli invasori. In uno scontro con una banda di delaware guidata da Hunka Pat, gravemente ferito, sviene mentre un'enorme aquila volteggia su di lui.

Al kanoxen e pohaska suo risveglio si trova in una grotta al cospetto di Shyer, una bellissima sciamana, che gli rivela il suo ruolo nella ruota della medicina: Pat diventerà il custode della giustizia e della pace del popolo rosso a Darkwood e dovunque ci sarà bisogno di lui.
Nel frattempo l'oscura alleanza fra Kanoxen, Pohaska e le forze del male organizzava il contrattacco: il simbolo di Wakinyantanka, l'uccello del tuono, era apparso a minacciare i loro piani e i due individuato il loro bersaglio, avevano inviato un manipolo di uomini per distruggere Shyer nell' inaccessibile rifugio dove aveva accolto il giovane ferito: la rupe del fulmine .
Pat viene invece inviato da Shyer a salvare l'ultima carovana di vittime necessaria per il risveglio di colui che dorme e si scontra prima con Groove e poi con Kanoxen che riesce però a sfuggirgli.

Il colui che dorme suo tempestivo ritorno gli permette di salvare la donna dall'assalto dei guerrieri delaware. La sciamana però sacrifica la sua esistenza terrena e si trasfigura nell'uccello del tuono per fermare la follia di Pohaska che aveva tentato ugualmente di risvegliare colui che dorme.
La figura di Shyer resterà per sempre nel cuore del giovane Pat, tanto che quando Sullivan gli chiederà quale simbolo cucire sul costume per far presa sugli indiani, il giovane non esiterà a scegliere un aquila che si staglia contro il sole nascente.

Blizzard Gazette N° 56

Nascita di un mito
di Robert Short
"Il ruolo dei Sullivan..."

...nella i mirabolanti sullivan nascita del mito dello Spirito con la Scure è stato di fondamentale importanza.
Dopo lo straziante addio da Shyer, Pat Wilding aveva moltiplicato i suoi sforzi per assicurare la pace a Darkwood ingaggiando una guerriglia con i delaware che sotto il comando dell'ostinato Kanoxen rifiutavano qualsiasi compromesso con l'uomo bianco.
Proprio inseguendo un gruppo di delaware Pat si incontra con Orazio, Romeo e Tobia Pa' Sullivan: girovaghi attori illusionisti acrobati e prestigiatori.
Ascoltata la storia di Pat, e con un grande debito di riconoscenza, i tre decisero di offrirgli la loro consulenza teatrale per creare una figura temibile che lo agevolasse nel suo rapporto con gli indiani.
Scelsero un nome: lo Spirito con la Scure, Za-gor-te-nay in dialetto algonkino, un costume che avesse un impatto scenico e condirono il tutto con una entrata in scena degna della migliore tradizione teatrale.
Il luogo scelto per l'iniziazione di Zagor fu la radura della piccola acqua dove si teneva l'annuale consiglio di primavera delle tribù di Darkwood.

preparazione della primala prima inquietante apparizione pubblica Con polvere pirica, finti tuoni e botole nascoste i Sullivan riuscirono ad organizzare una credibile entrata in scena, che lasciò ammutoliti i pur temerari capi radunati per un consiglio nel quale iniziavano a prendere voce, i sostenitori della guerra.
Mancava nel consiglio Kanoxen l'unico che avesse incontrato il giovane Pat e potesse riconoscerlo.
Ma c'era comunque l'irriducibile Oga-Ito capo dei Wyandot per nulla impressionato dall'entrata in scena del sedicente Spirito.

In  il duello mortale con oga-ito un duello senza esclusione di colpi, fra l'emozione generale e l'angoscia dei Sullivan, il giovane Zagor riuscì a conquistare i cuori dei capi radunati anche se fu costretto ad uccidere il suo contendente con l'arma della quale Fitzy ne aveva fatto un maestro: la Scure.
Quel giorno di primavera alla radura della piccola acqua era nato lo Spirito con la Scure e il suo mito non si è ancora spento.

il mito
in questa pagina
Darkwood anno zero
I Sullivan
in altre pagine
il ponte dell'arcobaleno
i Sullivan
Storie di
Guido Nolitta
Moreno Burattini
Disegni di
Gallieno Ferri
scheda di
Vittorio Sossi