DONNE RESISTENTI - mostra - 2015 - notizie dal mondo del fumetto - fumettando il portale dei siti sui fumetti
navigazione
cerca nel sito

Le pagine sui fumetti in rete| INDEX NOTIZIE | DONNE RESISTENTI - mostra - 2015

DONNE RESISTENTI

In questa sezione sono raccolte le notizie sul mondo del fumetto, dell'illustrazione e dell'animazione raccolte nella rete o inviatemi per posta elettronica. se volete inviare le vostre segnalazioni compilate il form: link a fondo pagina.
Fumettando non è in relazione con nessuna delle iniziative elencate. Per informazioni e novità dell'ultima ora consultate sempre i rispettivi indirizzi web, quando disponibili!

Mostra
  • Torna su
    dal 8 marzo al 26 aprile 2015

    DONNE RESISTENTI - mostra - 2015

    MILANO, MUSEO WOW Spazio Fumetto, viale Campania 12

    QUANDO: dal 8 marzo al 26 aprile 2015

    ORARIO: da martedì a venerdì 15:00 - 19:00
    sabato e domenica 15:00 - 20:00
    lunedì chiuso

    INGRESSO: gratuito

    INAUGURAZIONE: domenica 8 marzo alle ore 17:00

    DONNE RESISTENTI


    Sono un po' in ritardo per l'inaugurazione, visto che la mostra si è inaugurata ieri in concomitanza alla festa della donna.
    Però sempre in tempo utile per chi voglia visitare questa mostra al museo WOW di Milano.
    L'esposizione sarà visitabile fino al 26 aprile, gratuitamente, negli orari di apertura.


    ESTRATTO DEL COMUNICATO


    La Fondazione Franco Fossati considera da sempre l’8 Marzo una data significativa e importante da celebrare per ricordare i traguardi che le donne hanno fin qui conquistato e quelli per cui dovranno ancora lottare.

    Quest’anno, desiderando celebrare anche il 70° anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, WOW Spazio Fumetto, in collaborazione con il Consiglio di Zona 4 di Milano, propone un mostra-evento speciale dal titolo “Donne Resistenti”, che sarà inaugurata domenica 8 marzo e si concluderà domenica 26 aprile.

    L’evento è un omaggio a tutte le donne che, con coraggio e determinazione, percorrendo strade diverse, hanno partecipato alla lotta contro i fascisti e i nazisti per riconquistare la Libertà.

    La Resistenza ha rappresentato una vera e propria “rivoluzione sociale” per il ruolo da protagonista delle donne che, per la prima volta, hanno deciso di partecipare a un momento decisivo della storia italiana.

    E’ un fatto inedito che non ha precedenti: la partecipazione femminile non è più qualche caso sporadico nell’ambito di un’élite intellettuale e culturale, com’era avvenuto durante il Risorgimento, ma è un coinvolgimento di massa trasversale a tutti ceti sociali.

    E’ con la Resistenza che il movimento di emancipazione femminile si afferma nel nostro paese.

    A partire da quegli anni le donne iniziano un percorso di rivendicazione di nuovi diritti, di spazi nella vita pubblica e sociale e di un nuovo ruolo nella vita economica e lavorativa.

    Un ruolo che si traduce subito nel riconoscimento del diritto a votare (nel 1945) e a essere votate (nel 1946).

    L’evento prevede l’esposizione delle sessanta tavole del graphic novel “Bruna e Adele 70 anni dopo”, realizzato dal fumettista Reno Ammendolea con la collaborazione di Marsia Modola per la sceneggiatura.


    I disegni ripercorrono la storia dei GDD – Gruppi di Difesa della Donna – da cui è nata l’UDI (Unione Donne Italiane) attraverso gli occhi di una diciassettenne che, incuriosita dai racconti della nonna sulla guerra, scopre assieme alla sua amica la storia della Resistenza femminile.

    Le ragazze intraprendono un percorso di consapevolezza, restando colpite dalla diversità di vita di quelle donne, molte giovani, adolescenti proprio come loro, che hanno avuto anche il coraggio di sacrificare la vita per contribuire alla liberazione dell’Italia dal nazifascismo.


    Il percorso della mostra milanese sarà arricchito da opere realizzate appositamente per l’evento dalle disegnatrici Giuliana Maldini, Elena Terrin, Mariagrazia Quaranta e Marilena Nardi.

    Le loro opere saranno ritratti in omaggio a notissime figure femminili della Resistenza, come Onorina Brambilla Pesce o Tina Anselmi, ma anche a donne meno conosciute eppure altrettanto fondamentali per la lotta partigiana nel loro territorio, come l’abruzzese Iride Imperoli.

    A completare l’evento saranno due film-documentario, “Bandite” – del 2009 – di Alessia Proietti e Giuditta Pellegrini, che sarà proiettato all’inaugurazione, e “La donna nella Resistenza” – del 1965 – di Liliana Cavani, che sarà proiettato l’ultimo giorno della mostra.

    PROGRAMMA

    Inaugurazione dell’evento domenica 8 marzo 2015
    ore 17.00: collegamento con Reggio Calabria per una inaugurazione condivisa
    ore 17.30: proiezione del film-documentario “Bandite” di Alessia Proietti e Giuditta Pellegrini
    ore 18.30: riflessioni e saluti

    Conclusione dell’evento domenica 26 aprile 2015
    ore 17.00: proiezione del film-documentario “La donna nella Resistenza” di Liliana Cavani

    LA GRAPHIC NOVEL - “Bruna e Adele 70 anni dopo”

    Bruna, la diciassettenne protagonista del libro, come la sua amica Adele, i suoi compagni di scuola e i suoi familiari, la mamma e la nonna, sono tutti personaggi di fantasia strumentali per raccontare dell’incredibile lavoro svolto dalle donne durante la Resistenza. Bruna, che abita a Reggio Calabria, approfittando del ponte scolastico tra il 25 aprile e il 1° maggio, va a trovare la nonna che abita a Cuneo e con lei partecipa al raduno in bicicletta per l’anniversario della Liberazione.

    La domanda di Bruna “Nonna, perché sfilare in bici?” dà modo all’anziana di raccontare delle staffette partigiane, dei gruppi di difesa della donna, degli enormi pericoli affrontati in quegli anni e dei grandi ideali che le sostenevano. Rientrata a Reggio e ai banchi di scuola, Bruna decide di scegliere come argomento per le tesina degli esami di Stato proprio la partecipazione delle donne al movimento di liberazione. Ore in biblioteca a leggere documenti, pomeriggi a vedere film e documentari come “L’Agnese va a morire”, “Paisà”, “La donna nella Resistenza” e “Bandite”.

    Condivide ricerche e scoperte con l’amica Adele e insieme prendono coscienza di quanto la loro libertà attuale sia il risultato della lotta e del sacrificio di tante donne, molte loro coetanee. Nella testa di Bruna si accumulano tante notizie e nel cuore grandi paure ed emozioni, che elabora anche parlandone con la nonna.

    Il graphic novel è il racconto di questo percorso di scoperta, condotto con la semplicità e la freschezza di un diario, anche se assume in qualche momento l’aspetto di un cahier de voyage nel tempo e nella Storia.





    manifesto della mostra
    FONTE e INFO: WOW Spazio Fumetto

INDEX

ULTIME SEGNALAZIONI

eventi in scadenza nei prossimi mesi

giugno 2015

maggio 2015

aprile 2015

marzo 2015

Segnalazioni precedenti

febbraio 2015

gennaio 2015

2013

2012

2011

2010

2009

2008

2007

anno 2006

anno 2005

Eventi in Corso

pruomovi un sito

segnala un sito

segnala nuovo sito

segnala errori

segnala errori

sezioni mancanti

suggerisci