ATTENZIONE!!! se visualizzi questo pagina senza formattazione alcuna con testo nero su fondo bianco vuol dire che stai usando un browser che non supporta i CSS!!! Si tratta delle versioni di explorer anteriore alla 5, netscape 4 e inferiori, opera 5 e altri che probabilmente non conosco. I contenuti del sito immagini e testi dovrebbe comunque essere leggibili. L'unico problema Ť la barra del mený di navigazione che non si vede completa. La puoi rggiungere a questo indirizzo menu.

Osservazioni
Quando l'orgoglio e il disprezzo sono peggiori di una terribile colpa. Parla-con-le-Aquile sceglie la mano destra dell'arroganza e abbandona la mano sinistra dell'umiltà.
 
 
 
 
Parla-con-le-Aquile
(Barbati-Ramella)
In punto di morte
(Barbati-Ramella)
Correlazioni
apparizioni
  • N°2 Il numero è la storia di Parla-con-le-Aquile
Parla-con-le-Aquile

La storia di parla-con-le-Aquile ci insegna che giudicare il comportamento degli uomini può essere molto difficile.

Parla-con-le-Aquile voleva il rispetto e la reverenza della sua tribù, senza sottoporsi al loro giudizio; voleva dimosrarsi superiore agli uomini per la sua capacità di comunicare con le aquile e farsi ubbidire da loro.

Naso Piatto era invece un uomo; con la terribile colpa di aver cercato di uccidere il fratello per rubargli la sua futura sposa, Luna Splendente.

Naso Piatto ha molte colpe ma sa amare la sua donna e crescerne il figlio... Parla-con-le-Aquile è morto disprezzando gli uomini.

Con queste parole MV mette a tacere l'acuto Poe che aveva intuito il tentato fratricidio dietro la balla di Lupo Nero.

Nonostante la tribù non sia stata vicina al suo giovane membro, già allora Parla-con-le-Aquile aveva scelto la compagnia dei rapaci piuttosto che quella dei suoi stessi simili; che non lo avrebbero mai accettato per quello che lui voleva essere.

Vittorio Sossi

Navigazione